Android lento: che fare?

Quando hai tra le mani un nuovo telefono Android funziona alla meraviglia. Sei affascinato da quanto sia reattivo. Poi passano alcuni mesi e improvvisamenti ti accorgi che devi toccare le app due volte per aprirle. E si prendono pure tempo a caricare. Ma cos’e successo? Perché Android è così lento?

Ci possono essere diverse cause e anche una concatenazione di cause che sono alla base di questo problema. Vediamo comunque singolarmente le verifiche da fare per cercare di rivelocizzare il nostro Android.

1 – Servizi app in esecuzione in background all’avvio

Alcune applicazioni installano servizi che sono costantemente in esecuzione in background. Installando sempre più applicazioni, più elementi possono essere costantemente in esecuzione. E tutto questo va a occupare uno spazio nella preziosa memoria. Riavvia quindi il tuo Android, fai clic su “ Impostazioni “> “ Applicazioni “> “ Running ” per visualizzare un elenco. Disinstallare o disattivare le applicazioni associate ai servizi non necessari se possibile. Considera anche la rimozione delle applicazioni in stato “disattivato” che non sono necessarie.

La schermata “Running” nelle impostazioni di applet fornisce informazioni sulle applicazioni in esecuzione in background

2 – Memoria insufficiente

Se hai caricato Android con tonnellate di applicazioni e dati, questo può rallentare significativamente il dispositivo. Controlla la quantità di memoria disponibile in “ Impostazioni “> “ Memoria“, o “ Impostazioni “> “ Manutenzione Dispositivo” quindi esamina se hai memoria libera (sia nella memoria di archiviazione che di quella RAM) . Più memoria libera c’è e meglio è.

3 – Spazzatura nella cache

C’è una partizione della cache nella maggior parte dei dispositivi Android che memorizza gli elementi a cui si accede più. Dopo un po potrebbe intasarsi e degradare le prestazioni. Le modalità di cancellazione dei dati contenuti nella cache variano da dispositivo a dispositivo, ma comunque negli ultimi modelli di smartphone anche la cache viene pulita andando nella sezione “ Impostazioni “> “ Manutenzione Dispositivo

 

4 – Scheda SD

Assicurarsi di utilizzare una scheda SD di classe 10 ad alte prestazioni. Una scheda che è di classe 10 o superiore è in grado di leggere e scrivere a velocità elevate, con conseguente miglioramento delle prestazioni di esecuzione.

5 – Widget

Se hai molti widget nella schermata iniziale non va bene. Infatti i widget consumano molte risorse quando animano o tentano di connettersi alla rete. Rimuovi tutti i widget di cui puoi farne a meno, semplicemente trascinandoli nel Cestino (“Rimuovi“)

6 – Il tuo dispositivo è troppo vecchio per la versione Android in esecuzione

I produttori di dispositivi vogliono fare del loro meglio per fornire agli utenti le versioni Android più recenti. In alcune occasioni però gli aggiornamenti OTA vengono forniti a dispositivi che non sono in grado di “reggerli”. Ad esempio, l’esecuzione di Android 6.0 su un Samsung Galaxy S5 potrebbe essere troppo pesante per l’hardware in esso contenuto.

Quindi prima di fare un upgrade a una versione più recente di Android assicurati di avere un hardware all’altezza. E contatta il produttore del tuo smartphone per sapere se puoi farlo senza rischiare nulla.